Portare i bimbi grandi, un' esperienza da non perdere

Portare i bimbi "toddler" è un'esperienza meravigliosa e un'opportunità da non perdere

Quando si pensa a mamme portatrici l’immagine che viene in mente è senz’altro quella di un genitore che guarda amorevolmente il suo cucciolo appena nato. Ci sono invece molti genitori che portano i loro bimbi anche quando sono già cresciuti. Si pensa - erroneamente - che appena i nostri piccoli imparano a camminare vadano lasciati in quella condizione, che ormai siano autonomi, autosufficienti e gran camminatori, ma in realtà le cose sono ben diverse. Anche i bambini grandi infatti hanno bisogni, seppur differenti dai neonati, che vanno compresi, accolti e rispettati. Un bimbo che cammina e corre necessita di un nido, una tana calda e sicura dove poter riposare al ritorno dall’ennesima scoperta. Le aspettative delle mamme vengono spesso disilluse proprio dai reali comportamenti dei bambini, aver imparato a camminare per loro è una scoperta, ma non per questo non smetteranno più di farlo, anzi, tutti i piccoli, sia quelli già abituati ad essere portati in fascia o nel marsupio sia quelli che non sono mai stati portati, chiederanno di fare pausa e di essere presi in braccio, ed è in quel momento che il babywearing viene in aiuto dei genitori (e dei bambini) con supporti dedicati ai non più piccoli. Stare a stretto contatto, a portata di coccola, sentirsi protetto, capito e confortato, permettergli di estraniarsi da una situazione noiosa o stancante, sono bisogni che continuano ad essere presenti nei nostri bambini.

Fino a che età è possibile portare i bambini?

Il bisogno di contatto del piccolo non ha limiti d’età, per questo motivo è possibile praticare il babywearing fino a che mamma e bimbo ne sentono la necessità. Al giorno d’oggi rispettare le legature e utilizzare i supporti ergonomici adatti al peso e all’altezza dei bambini, permette di poter godere della praticità del babywearing anche fino all’età prescolare. La posizione migliore per portare bimbi grandi è senz’altro sulla schiena; crescendo i bambini diventano sempre più curiosi e hanno la necessità di guardare il mondo che li circonda, in questo modo quindi possiamo soddisfare il loro desiderio di conoscere pur mantenendo il ruolo di “filtro” verso il mondo esterno. Portare sulla schiena inoltre permette al portatore di sostenere meglio il peso del bambino, con conseguente beneficio anche per l’equilibrio stesso.

Quali sono i supporti più idonei per portare i bambini “toddler”?

Indubbiamente un bambino grande ha esigenza di scendere più spesso dal supporto in cui è portato perchè cammina e ha voglia di sperimentare molto di più rispetto a prima, quindi il marsupio può risultare un supporto pratico e comodo per i suoi ripetuti “sali e scendi”. Sicuramente per questo utilizzo è ideale il marsupio portabebè Neko Switch toddler to preschooler. Questo supporto infatti è indicato per portare il proprio bambino dai 20/24 mesi fino ai 6 anni circa. Il suo pannello centrale regolabile permette di adattare la seduta e l’altezza del pannello stesso in base alla crescita del bambino. La regolazione della larghezza della seduta avviene grazie a dei pratici bottoncini automatici che eliminano la possibilità di sbagliare, garantendo un perfetto sostegno delle gambe del bimbo anche come marsupio preschooler. Le coulisse laterali e i PFA (Perfect Fit Adjusters) sugli spallacci permettono di alzare e abbassare l'altezza del pannello per adattarlo al corpo del tuo bambino in modo che risulti sempre su misura per lui.

Non è da escludere nemmeno l’utilizzo della fascia lunga rigida ma, in questo caso, particolare attenzione va data al tipo di legatura utilizzato, legature a doppio o triplo strato offriranno sicuramente un maggior sostegno per il portatore. In alternativa, per chi non vuole rinunciare alla morbidezza della fascia ma vuole un supporto più pratico e veloce da indossare un’ottima alternativa è il mei tai Half Buckle di Neko Slings, la perfetta unione tra il comodissimo mei tai Neko Tai e il praticissimo Neko Switch. Presenta una chiusura con fibbia sul cinturone che si allaccia facilmente in vita come un marsupio, un pannello centrale regolabile sia in altezza che in larghezza e due fasce lunghe per gli spallacci imbottiti parzialmente nella parte alta per scaricare il peso in maniera ottimale e garantire il massimo comfort. Realizzato con il tessuto delle morbide fasce portabebè, il Neko Half Buckle garantisce una perfetta avvolgenza al bimbo e un ottimo sostegno al portatore adeguandosi perfettamente alle corporature di entrambi i genitori.

Con il babywearing si stabiliscono le basi del rapporto con il bambino e l'adolescente di domani, questo legame infatti serve ad infondere al bambino la sicurezza necessaria per staccarsi dai genitori ed esplorare il mondo, assicurandogli comunque che quando ne avrà bisogno saranno lì pronti ad accoglierlo e ad ascoltarlo. Il babywearing è in primis fornire al bambino la protezione di cui necessita e, quindi, un senso di sicurezza. Ma è proprio grazie allo svilupparsi di questo senso di sicurezza che il bambino potrà crescere e fare nuove esperienze, sempre rispettando i propri tempi. Avere la possibilità di portare i bambini “grandi” è un’opportunità meravigliosa, questo contatto prolungato consente di fortificare il legame genitore-figlio che avete cominciato a creare con il babywearing fin dai primi giorni di vita. Buon proseguimento!

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre
To top