Portare in fascia i gemelli migliora la vita di una mamma

Portare in fascia i gemelli migliora la vita di una mamma

Una delle prime cose che deve imparare una neomamma è gestire il tempo con i suoi figli, soprattutto dopo la nascita. Le emozioni del post parto, la famiglia e la casa a cui pensare, il riuscire a ritagliarsi piccoli momenti quotidiani tutti per sé: una mamma deve pensare a tutto e non è sempre così immediato e facile farlo. Per una mamma di gemelli le cose si complicano ancora di più: raddoppiano attenzioni e impegni ma il tempo resta sempre lo stesso, si riduce agli sgoccioli.

Per questo tante neomamme scelgono di portare i loro figli in tandem, un’esperienza non solo bella perché stimola il contatto mamma e figlio ma anche pratica nella vita di tutti i giorni. Lo sa bene Elena, mamma di due gemelle che abbiamo intervistato lo scorso mese qui su Gioia baby e che ha trovato nel babywearing una salvezza nella gestione delle sue piccole, Letizia e Ginevra. Lo sanno le tante mamme di twins che si affidano all’arte del portare in fascia per migliorare la qualità di vita di tutta la famiglia.

Portare in tandem per sopravvivere nel quotidiano

Detta così può spaventare ma una mamma sa che utilizzare il termine “sopravvivenza” in alcuni casi è necessario. Lo è con dei gemelli neonati in casa che hanno esigenze da soddisfare ogni momento della giornata. Dalle poppate continue, ai cambi di pannolino, dai bagnetti, alla nanna. Agli impegni di gestione dei piccoli si aggiungono tanti altri compiti, che prima di essere madre erano nella normale routine quotidiana: preparare il pranzo, mettere la lavatrice, stendere i panni, andare a fare la spesa ma anche uscire per una passeggiata dopo una giornata intensa. È in questi momenti che una mamma sogna di avere le mani libere, libere di muoversi alla velocità della luce per fare più cose insieme, sbrigarsi prima, avere una cosa in meno da fare durante il giorno.
Girare il sugo e nel mentre addormentare il piccolo che ha sonno.
Comprare la pasta al supermercato e far uscire all’aperto il neonato per fargli prendere aria.
Leggere un libro o un giornale e poter allattare al seno.

Sono solo tre esempi che fanno capire perché portare in fascia i gemelli aiuta a sopravvivere nella gestione di un quotidiano che può diventare complicato, perché raddoppiato per due. 

portare in tandem

Portare in fascia per conquistare la libertà

Ecco che per una mamma di gemelli portare in fascia diventa una conquista. Il tempo acquista valore aggiunto, la gestione del quotidiano migliora, la stanchezza si avverte meno. L’avere le mani libere rappresenta quasi un superpotere da poter sfruttare per fare altro, non importa cosa. In più, per quanto possa sembrare strano, non è così difficile portare in fascia i gemelli. All’inizio di questo percorso, per quanto sia bello portare più di un bambino insieme, il nostro consiglio è di portare un bimbo per volta, in modo da abituarsi alla novità.

Un’altra soluzione per i primi giorni di vita del neonato è utilizzare la fascia elastica combinata a un altro supporto, come il marsupio strutturato, la fascia rigida o il mei tai. Grazie alle fasce portabebè per portare in tandem è possibile avere il sostegno adatto per un figlio da tenere davanti e l’altro bambino averlo dietro. I figli possono guardare verso la mamma o anche godersi il panorama, dormire e rilassarsi o vivere una nuova esperienza stimolante per la crescita. Insomma, tutto diventa più bello, per mamma e bambini.

portare in fascia i gemelli

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre
To top